Ri­ch­mond è nel mi­to per uno ze­ro

Corriere dello Sport - - Basket | La Storia Di Una Gara Memorabile - Di Ro­ber­to Zan­ni

Cham­ber­lain con­tro il suo grande ri­va­le Bill Rus­sel, an­co­ra in vi­ta, e qui so­pra Wilt con un al­tro mi­to, Mi­chael Jor­dan na par­ti­ta per l’eter­ni­tà. Lo è stata quel­la dei 100 pun­ti del leg­gen­da­rio Wilt Cham­ber­lain, ma ac­can­to a quel 2 mar­zo di cin­quant’an­ni fa, la sto­ria dello sport ame­ri­ca­no pro­fes­sio­ni­sti­co a squa­dre ha scrit­to al­tre pa­gi­ne me­mo­ra­bi­li, in­di­men­ti­ca­bi­li e a vol­te an­che ir­ri­pe­ti­bi­li.

Baseball, ba­sket, football ame­ri­ca­no e hockey su ghiac­cio, con le lo­ro si­gle di­ven­ta­te po­po­la­ri in tutto il mon­do, dal­la MLB al­la NBA, dal­la NFL al­la NHL, con i lo­ro cam­pio­ni, han­no ar­ric­chi­to il li­bro dei re­cord, ogni gior­no. No­mi uni­ver­sal­men­te co­no­sciu­ti, co­me quel­lo di Cham­ber­lain, ma an­che me­no po­po­la­ri.

Il più an­ti­co? John Lee Ri­ch­mond, lan­cia­to­re dei Wor­ce­ster Ru­by Legs, fe­ce epo­ca il 12 giu­gno 1880 nel­la vit­to­rio­sa par­ti­ta con­tro i Cle­ve­land Blues (1-0). Il pri­mo lan­cia­to­re nel­la sto­ria a cen­tra­re il “per­fect ga­me”, la par­ti­ta per­fet­ta, do­ve nes­sun bat­ti­to­re del­la squa­dra av­ver­sa­ria rie­sce a rag­giun­ge­re una ba­se. Da quel gior­no so­lo al­tri 19 atle­ti so­no riu­sci-

Uti nell’im­pre­sa, gli ul­ti­mi Dallas Bra­den di Oa­kland e Roy Hal­la­day di Phi­la­del­phia, en­tram­bi nel 2010, a di­stan­za di ven­ti gior­ni uno dall’al­tro. 4.300 DOL­LA­RI - Ma nel baseball qual è il re­cord di fuo­ri­cam­po in un incontro? Quat­tro, il pri­mo a riu­scir­ci fu Bob­by Lo­we dei Bo­ston Bea­nea­ters, era il 30 mag­gio 1894, fu­ro­no i Cin­cin­na­ti Reds a es­se­re ber­sa­glia­ti. Una pre­sta­zio­ne tal­men­te straor­di­na­ria che tra il pub­bli­co, esta­sia­to, ci fu an­che chi ti­rò in campo mo­ne­te d’ar­gen­to da 160 dol­la­ri, che og­gi avreb­be­ro un va­lo­re di 4.300 dol­la­ri. Una im­pre­sa in se­gui­to riu­sci­ta ad al­tri 14 gio­ca­to­ri, com­pre­so un grande cam­pio­ne co­me Lou Geh­rig il 3 giu­gno 1932, con i New York Yan­kees. L’ul­ti­mo è sta­to Car­los Del­ga­do, con i To­ron­to Blue Jays, il 25 set­tem­bre 2003, con­tro Tam­pa Bay.

Ri­sa­le al 1880 il pri­mo “per­fect ga­me” di un lan­cia­to­re nel baseball: nep­pu­re un bat­ti­to­re riu­scì ad an­da­re in ba­se

TOUCHDOWN CHI­CA­GO - Se il baseball è da sem­pre lo sport per ec­cel­len­za dell’america, il football nel tem­po lo è di­ven­ta­to di più e an­che nel­la pal­la ova­le la sto­ria dei gran­di re­cord por­ta in­die­tro nel tem­po. So­no tre i gio­ca­to­ri che de­ten­go­no il pri­ma­to del mag­gior nu­me­ro di touchdown rea- liz­za­ti in un incontro, sei e il pri­mo a riu­scir­ci fu Er­nie Ne­vers, po­lie­dri­co atle­ta, che gio­ca­va an­che a baseball e ba­sket. Nel 1929, quan­do tor­nò nel­la NFL, cen­trò l’im­pre­sa con la ma­glia dei Car­di­nals, tra­vol­gen­do i Bears, in quel­lo che era il der­by di Chi­ca­go. Ven­ti­due an­ni dopo, il 25 no­vem­bre 1951, Dub Jo­nes, con i Cle­ve­land Bro­wns egua­gliò l’im­pre­sa di Ne­vers e an­che que­sta vol­ta dall’al­tra par­te del campo c’era­no i Chi­ca­go Bears. E la fran­chi­gia di Chi­ca­go si può di­re che ab­bia fat­to la sto­ria nel­le par­ti­te con il mag­gior nu­me­ro di touchdown rea­liz­za­ti da un sin­go­lo gio­ca­to­re, nel ma­le e nel be­ne, per­chè nel 1965, il 12 di­cem­bre, fu un gio­ca­to­re dei Bears, Ga­le Eugene Sayers, per tut­ti “The Kan­sas Co­met”, a rag­giun­ge­re Ne­vers e Jo­nes, nel­la in­di­men­ti­ca­bi­le vit­to­ria con­tro i San Fran­ci­sco 49ers: ed era so­lo un roo­kie. GHIAC­CIO SE­CO­LA­RE - Se per i 100 pun­ti di Cham­ber­lain si fe­steg­gia ades­so il mez­zo se­co­lo di sto­ria, nell’hockey su ghiac­cio, NHL, tra non mol­to si po­treb­be ar­ri­va­re ai cen­to an­ni per l’im­pre­sa del ca­na­de­se Joe Ma­lo­ne: 7 gol in un incontro, il 31 gen­na­io 1920, con i Que­bec Bull­dogs con­tro To­ron­to. E da quel gior­no nes­su­no è mai riu­sci­to a fa­re me­glio. (roz/ecp)

John Lee Ri­ch­mond

Er­nie Ne­vers

I pun­ti rea­liz­za­ti nel vol­ley dal bul­ga­ro Lju­bo Ga­nev in SchioRa­ven­na 1-3 nel 1995 (17 pun­ti + 58 cam­bi pal­la per l’esat­tez­za). Non ba­sta­ro­no ad evi­ta­re il ko dei ve­ne­ti. Nel­la top ten dei be­st sco­rer dell’epo­ca pre Rally Point, sei pre­sta­zio­ni so­no le sue: due vol­te 64, tre vol­te 62 at­tac­chi vin­cen­ti.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.