Man­ci­ni: Der­by d’Ita­lia la par­ti­ta del­la svol­ta!

«Juve-Inter ar­ri­va per noi al mo­men­to giu­sto»

Corriere dello Sport - - Inter - Di An­drea Ra­maz­zot­ti

La sfi­da con­tro la Ju­ven­tus che sa­rà una ga­ra chia­ve per il fu­tu­ro dell’Inter e il so­gno di un mercato che, pur ri­spet­tan­do i pa­ra­me­tri del fair play fi­nan­zia­rio, rinforzi la squa­dra con ele­men­ti pron­ti su­bi­to all’uso. In una Mar­ra­ke­ch tan­to cal­da nel po­me­rig­gio quan­do fred­di­na in tar­da se­ra­ta com­pli­ce il ven­to pun­gen­te, Ro­ber­to Man­ci­ni ha par­la­to di quel­lo che ac­ca­drà nei pros­si­mi gior­ni. Sia in cam­po che fuo­ri. Man­ci­ni, sen­te già aria di Ju­ven­tus-Inter? « La par­ti­ta con la Juve si av­vi­ci­na e per noi non ar­ri­va nel mo­men­to sba­glia­to. An­zi... Per l’Inter può es­se­re l’in­con­tro che da­rà una svol­ta al cam­pio­na­to. E’ ve­ro che la Ju­ven­tus è in te­sta al cam­pio­na­to, che ha vin­to tre scu­det­ti di fi­la e che è for­tis­si­ma, ma in 90' può suc­ce­de­re di tut­to, spe­cial­men­te in una clas­si­ca co­me il der­by d’Ita­lia do­ve è dif­fi­ci­le in­di­ca­re una fa­vo­ri­ta». Il di­va­rio tra bian­co­ne­ri e ne­raz­zur­ri è ul­te­rior­men­te cre­sciu­to ri­spet­to al­lo scor­so an­no? «Non cre­do e an­zi mi aspet­to una ga­ra aper­ta, dif­fi­ci­le pe­rò da pa­ra­go­na­re con le due di­spu­ta­te dal mio Ga­la­ta­sa­ray con­tro i bian­co­ne­ri nel 2013-14. Quel­la era Champions Lea­gue, que­sto è cam­pio­na­to: è tut­to di­ver­so». E se la Ju­ven­tus tra una set­ti­ma­na po­tes­se schie­ra­re an­che Snei­j­der? «Mi fa­reb­be pia­ce­re se ci fos­se per­ché Snei­j­der lui è un cam­pio­ne e con lui, Me­lo e gli al­tri a

Lu­kas Po­dol­ski, 29 an­ni

Istan­bul mi so­no tro­va­to dav­ve­ro be­ne». Lei in­ve­ce tra 7 gior­ni non avrà rinforzi? «Mah, non cre­do. Pen­so gio­che­re­mo con que­sti. Il mercato pia­ce ai gior­na­li­sti e ai ti­fo­si che so­gna­no, ma io de­vo con­ti­nua­re a la­vo­ra­re men­tre i di­ri­gen­ti pro­ve­ran­no a co­pri­re i ruo­li che ab­bia­mo sco­per­ti». Qua­li so­no? «Ci man­ca­no due ester­ni, ma il pro­ble­ma del fair play fi­nan­zia­rio lo co­no­scia­mo tut­ti: se riu­sci­re­mo a far ar­ri­va­re qual­cu­no in pre­sti­to con op­zio­ne d’ac­qui­sto a giu­gno, avre­mo più pos­si­bi­li­tà; al­tri­men­ti ri­man­de­re­mo tut­to al­la pros­si­ma esta­te. Vo­glia­mo gio­ca­to­ri che ven­ga­no e pos­sa­no da­re una ma­no al­la squa­dra. Fa­re una co­sa tan­to per far­la può es­se­re con­tro­pro­du­cen­te».

«Gio­che­re­mo senza nuo­vi ar­ri­vi. Cer­ci? Mai trat­ta­to: c’era il Mi­lan Diar­ra? Bra­vo ma aspet­to...» «Ci man­ca­no due ester­ni Po­dol­ski è nel mi­ri­no L’obiet­ti­vo no­stro re­sta il ter­zo po­sto»

Ar­rab­bia­to per il pas­sag­gio di Cer­ci al Mi­lan? «No. Era uno tra i gio­ca­to­ri che se­gui­va­mo ma non ab­bia­mo mai ini­zia­to una trat­ta­ti­va per­ché sa­pe­va­mo che c’era so­pra il Mi­lan». Las­sa­na Diar­ra è vi­ci­no: con­fer­ma? «E’ bra­vo, ma mi sem­bra ab­bia un pro­ble­ma con la sua so­cie­tà». Per Po­dol­ski c’è ot­ti­mi­smo... «Fa par­te di una li­sta di ele­men­ti che se­guia­mo. Ve­dre­mo co­sa ar­ri­ve­rà». Qual è l’obiet­ti­vo per il 2015? «Mi­glio­ra­re co­me squa­dra e fa­re i pun­ti che ci ser­vo­no per ar­ri­va­re al ter­zo po­sto che ri­ma­ne il no­stro obiet­ti­vo».

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.