Caos gio­va­ni­li, co­sì è na­to un di­sa­stro

Corriere di Bologna - - SPORT -

Un tra­col­lo che lo stes­so Joey Sa­pu­to non ha gra­di­to, co­me può re­tro­ce­de­re in A2 a li­vel­lo di Primavera una so­cie­tà che da tre an­ni fa del pro­get­to tec­ni­co le­ga­to ai gio­va­ni il suo ca­val­lo di bat­ta­glia. No, non esi­ste, an­che al­la lu­ce del fat­to che fa­ti­co­sa­men­te la squa­dra di Paolo Ma­gna­ni ave­va con­qui­sta­to l’A1 do­po una mez­za vi­ta. Ora, da­re tut­ta la col­pa a Troi­se al qua­le la Primavera era sta­ta af­fi­da­ta nel giu­gno scor­so sa­reb­be sba­glia­to, ma di si­cu­ro re­sta in­com­pren­si­bi­le que­sta scel­ta. E non può es­se­re re­la­ti­va al fat­to che Troi­se gua­da­gna tre vol­te di più, se non ad­di­rit­tu­ra quat­tro, ri­spet­to a Ma­gna­ni, in­vi­ta­to di con­se­guen­za a gui­da­re l’Un­der 17. Troi­se al­le­na­to­re del­la Primavera lo avreb­be vo­lu­to il con­si­glie­re Luca Ber­ga­mi­ni, ma è chia­ro che Claudio Fe­nuc­ci che del Bo­lo­gna è il ca­po azien­da que­sta de­ci­sio­ne de­ve aver­la ac­cet­ta­ta (chis­sà se con­di­vi­den­do­la fi­no in fon­do). In pra­ti­ca Riccardo Bi­gon e Marco Di Va­io ne han­no pre­so at­to per cau­se di for­za mag­gio­re, men­tre il re­spon­sa­bi­le del set­to­re gio­va­ni­le Da­nie­le Co­raz­za ha ese­gui­to l’or­di­ne pro­ve­nien­te dall’al­to. Co­me è an­da­ta a fi­ni­re tut­ti lo sa­pe­te, nel fi­na­le del cam­pio­na­to la Primavera qual­che sus­sul­to lo ha avu­to, ma al­la fi­ne dei gio­chi è ac­ca­du­to quel­lo che mai sa­reb­be do­vu­to ac­ca­de­re, e cioè la ca­du­ta in A2. Se ora al­la Primavera tor­ne­rà Ma­gna­ni? No, re­ste­rà Troi­se, le­ga­to al Bo­lo­gna fi­no al giu­gno 2019. (c. ben.)

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.