Pau­si­ni «si fa sen­ti­re» nel­la sua Ro­ma­gna

Do­ma­ni la pop­star di So­la­ro­lo è in con­cer­to a Ri­mi­ni

Corriere di Bologna - - TEMPO LIBERO - Pao­la Ga­briel­li

Lau­ra Ko­los­sal. Con quel­la sua vo­ce fi­si­ca. Con quel suo es­se­re pop­star pla­ne­ta­ria che ti di­ce co­se dal pal­co co­me fa­reb­be un’ex com­pa­gna di scuo­la. Con certe sue can­zo­ni che or­mai so­no in­ni. Con l’ener­gia che tu pen­si sia ine­sau­ri­bi­le. Coi suoi record. An­che mon­dia­li. E quan­do, do­po ave­re gi­ra­to in lun­go e in lar­go col suo «Fat­ti sen­ti­re World­wi­de tour», Lau­ra Pau­si­ni da So­la­ro­lo pla­na sul­la sua Ro­ma­gna, co­me è il ca­so di do­ma­ni se­ra all’Rds Sta­dium di Ri­mi­ni (ore 21, sold-out da tem­po), è ko­los­sal e «una di noi» an­co­ra di più.

È Lau­ra Glo­cal. Del re­sto, c’è an­che un ele­men­to in più per fare fe­sta in que­sto 2018: i 25 an­ni di at­ti­vi­tà. Già. Era il 1993. Lei ave­va 18 an­ni, l’aria ti­mi­da, un tail­leur trop­po ca­sti­ga­to, can­tò La So­li­tu­di­ne e vin­se la se­zio­ne No­vi­tà a San­re­mo. Il re­sto, co­me di­co­no in que­sti ca­si, è sto­ria.

Ora, il li­ve di do­ma­ni, e l’in­te­ro tour, par­ti­rà sì dall’ul­ti­mo al­bum (il 13°) Fat­ti sen­ti­re per l’ap­pun­to, usci­to lo scor­so mar­zo pro­prio per ce­le­bra­re il tra­guar­do, ma è evi­den­te che que­sto rie­vo­chi tut­to ciò che ha co­strui­to in que­sti an­ni la no­stra can­tan­te più ascol­ta­ta al mon­do, con i suoi ol­tre 70 mi­lio­ni di di­schi ven­du­ti e i suoi awards (un Gram­my, 3 La­tin Gram­my, 6 World Mu­sic, giu­sto per non di­lun­gar­si). Quin­di, ac­can­to a can­zo­ni co­me il tor­men­to­ne sta­gio­na­le E.STA.A.TE e Fra­si a me­tà, non pos­so­no man­ca­re i suoi ever­green, da In­can­cel­la­bi­le a Vi­vi­mi, da Un’emer­gen­za d’amo­re a Tra te e il ma­re, fi­no a un su­per med­ley in cui rie­vo­ca (e ci man­che­reb­be al­tro) an­che La so­li­tu­di­ne. E pa­zien­za se nel­le ul­ti­me ore qual­che po­le­mi­ca l’ha rag­giun­ta, dal suo “pro­tet­to” Davide Ce­lien­to boc­cia­to a X Fac­tor al­le cri­ti­che fe­ro­ci di Sel­vag­gia Lu­ca­rel­li a un suo com­men­to ses­si­sta dal pal­co nei con­fron­ti di un’ex ami­ca. Lau­ra non le man­da a di­re. La so­lu­zio­ne, pa­ra­fra­san­do il quar­to sin­go­lo dell’al­bum, la tro­va sem­pre.

Il «li­ve» par­te da «Fat­ti sen­ti­re», il di­sco usci­to a mar­zo, ma pro­se­gue con i gran­di suc­ces­si

Da sa­pe­re Lau­ra Pau­si­ni è la can­tan­te ita­lia­na più ascol­ta­ta al mon­do con i suoi ol­tre 70 mi­lio­ni di di­schi ven­du­ti e i suoi awards (un Gram­my, tre La­tin Gram­my e sei World Mu­sic tra gli al­tri)

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.