Pae­stum, un mu­seo in con­ti­nuo mo­vi­men­to

Il di­ret­to­re del Par­co Ar­cheo­lo­gi­co Ga­briel Zu­ch­trie­gel con­ti­nua nel­la sua ope­ra di ren­de­re il si­to un luo­go aper­to a tut­ti, di­na­mi­co nel­le pro­po­ste e nel­le azio­ni. «L'im­pe­gno mas­si­mo ora è per la ma­nu­ten­zio­ne e la qua­li­tà dei ser­vi­zi»

Costozero - - Sommario - Intervista a G. Zu­ch­trie­gel

Di­ret­to­re, que­st’an­no il Par­co Ar­cheo­lo­gi­co di Pae­stum ha fat­to re­gi­stra­re il 22% di vi­si­ta­to­ri in più ri­spet­to al 2016. La cu­ra Zu­ch­trie­gel fun­zio­na sem­pre me­glio… Aspet­tia­mo la fi­ne dell'an­no... fi­no­ra ab­bia­mo avu­to bei suc­ces­si, ma c'è an­co­ra mol­to da fa­re. Do­po l'at­ten­zio­ne crea­ta con al­cu­ne ini­zia­ti­ve nuo­ve, co­me per esem­pio l'aper­tu­ra dei tem­pli che con­sen­te di ve­der­li non so­lo dall'ester­no, ades­so sia­mo im­pe­gna­ti a mi­glio­ra­re si­ste­ma­ti­ca­men­te la qua­li­tà dei ser­vi­zi, a co­min­cia­re da co­se ba­si­la­ri co­me le di­da­sca­lie in due lin­gue, che an­co­ra non ci so­no in tut­ti i ca­si, un'il­lu­mi­na­zio­ne de­cen­te, pulizia e ma­nu­ten­zio­ne co­stan­te. Pae­stum sta quin­di di­ven­tan­do il mu­seo at­trat­ti­vo” che ave­va in men­te nel 2015? Co­sa al­tro man­ca? “ La stra­da è quel­la giu­sta. Fon­da­men­ta­le è che la squa­dra ci sia in­tor­no al pro­get­to. Il mu­seo non sa­rà mai com­ple­to, ma sem­pre in mo­vi­men­to. Una vol­ta si fa­ce­va­no dei pro­get­ti mu­sea­li e di al­le­sti­men­to che do­ve­va­no du­ra­re un'eter­ni­tà. Og­gi si tende a fa­re al­le­sti­men­ti più fles­si­bi­li e di ren­de­re tut­to il la­vo­ro del mu­seo più di­na­mi­co. In­som­ma, non ar­ri­ve­re­mo mai. La ve­ra me­ta è il mo­vi­men­to. Co­me sta an­dan­do la cam­pa­gna adot­ta un bloc­co del­le mura”? “ Mol­to be­ne, so­no già più di set­tan­ta i blocchi che han­no tro­va­to dei ge­ni­to­ri adot­ti­vi. Al­tri so­no an­co­ra or­fa­ni e aspet­ta­no so­lo voi. Il pro­get­to ci per­met­te di po­ter ma­nu­te­ne­re le mura che, in fu­tu­ro, vo­glia­mo va­lo­riz­za­re me­glio in­se­ren­do­le nel per­cor­so di vi­si­ta e nell'au­dio­gui­da. Tra gli ul­ti­mi pro­get­ti c’è il ban­do per i la­vo­ri di ma­nu­ten­zio­ne del Tem­pio di Net­tu­no. Qua­le il di­se­gno e a quan­do i la­vo­ri? Il ban­do si è chiu­so di re­cen­te e, en­tro bre­ve, sa­rà af­fi­da­to. Il pro­get­to - per un im­por­to di 165mi­la eu­ro - è sta­to ela­bo­ra­to dal no­stro uf­fi­cio in­sie­me a esper­ti dell'Isti­tu­to Cen­tra­le per il Re­stau­ro e del­la So­prin­ten­den­za di Pom­pei. L'ur­gen­za più gran­de è rap­pre­sen­ta­ta dal­le pian­te che cre­sco­no sul mo­nu­men­to e rischiano di dan­neg­giar­lo con le lo­ro ra­di­ci. Con la sua gui­da il le­ga­me ar­te e im­pre­se del ter­ri­to­rio si è no­te­vol­men­te raf­for­za­to. Co­sa è cam­bia­to ri­spet­to al pas­sa­to? A cam­bia­re è sta­to so­prat­tut­to il sistema di ge­stio­ne. Og­gi sia­mo un in­ter­lo­cu­to­re di­ret­to,

La Tom­ba del Tuf­fa­to­re

Ga­briel Zu­ch­trie­gel

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.