Tut­ta questione di nu­me­ri

IL DESIGNER Il fon­da­to­re e men­te crea­ti­va di N°21 ne ha in quan­ti­tà, a par­ti­re da quel­li del marchio. E c’è an­che il 5, come gli an­ni del pro­get­to di ALES­SAN­DRO DELL’ACQUA

GQ (Italy) - - Moda - Te­sto di LAU­RA PACELLI

Te­na­cia. È uno dei trat­ti ti­pi­ci del­le per­so­na­li­tà crea­ti­ve, as­sie­me al­la cu­rio­si­tà, all’aper­tu­ra, all’an­ti­con­for­mi­smo, all’at­ti­tu­di­ne ad as­su­me­re ri­schi. Qua­li­tà che Ales­san­dro Dell’acqua ha di­mo­stra­to, an­co­ra una vol­ta, di pos­se­de­re con la crea­zio­ne, nel 2010, del ppro­get­to N°21, di cui è fon­da­to­ree e men­te crea­ti­va. Do­po aver la­scia­to la gui­da del­la linea chee por­ta (an­co­ra) il suo no­me, ha vvo­lu­to ri­pro­var­ci. Ma da buon na­po­le­ta­no, non sen­za unn po’ di sca­ra­man­zia. «Soo­no na­to il 21/12 e nel coor­so de­gli an­ni il 21 è dii­ven­ta­to an­che il mio n ume­ro for­tu­na­to», raac­con­ta Ales­san­dro Deell’acqua.

In cin­que an­ni, il march­hio ha rag­giun­to nu­mer­ri con­si­de­re­vo­li e pre­vee­de di su­pe­rar­li, gra­zie aan­che all’ac­cor­do con Gil­mar perp la pro­du­zio­ne e la com­merr­cia­liz­za­zio­ne. La pre­vi­sio­ne deel fat­tu­ra­to to­ta­le per il 2015 è di 24 mi­lio­ni di eu­ro, con unaa cre­sci­ta del 55% ri­spet­to al 2014.

In­som­ma, a par­ti­re dal no­me del marchio, quan­do si par­la con Dell’acqua non si può pre­scin­de­re dai nu­me­ri, ma ciò che ren­de spe­cia­li le sue crea­zio­ni è l’in­no­va­zio­ne. «Ho ri­guar­da­to le vec­chie col­le­zio­ni che ave­vo di­se­gna­to e ho visto cose che non mi pia­ce­va­no più. Og­gi la mia pri­ma pre­oc­cu­pa­zio­ne non è crea­re qual­co­sa di stre­pi­to­so ed ecla­tan­te per la pas­se­rel­la, ma in­ter­ro­gar­mi sul­le esi­gen­ze quotidiane di un uo­mo. Ri­spet­to al pas­sa­to, so­no diventato più rea­li­sta, più prag­ma­ti­co. E an­che più ma­na­ge­ria­le».

Quan­to le di­spia­ce non aver po­tu­to usa­re più il suo no­me?

«Ho de­ci­so io di crea­re quel­la rot­tu­ra. Ave­vo per­so la mia ve­na crea­ti­va, non ave­vo più dia­lo­go con i col­la­bo­ra­to­ri e, se ri­guar­do le ul­ti­me stagioni di Ales­san­dro Dell’acqua, ca­pi­sco che in quel mo­men­to non da­vo nien­te. N°21 og­gi in­ve­ce mi rap-

pre­sen­ta in tut­to e per tut­to».

Quan­ta dif­fi­col­tà ha in­con­tra­to e qual è sta­ta in­ve­ce la sor­pre­sa più bel­la?

«Le mie fon­ti di ispi­ra­zio­ne so­no i ra­gaz­zi e gli uo­mi­ni che in­con­tro per le vie del­le cit­tà più in­te­res­san­ti e co­smo­po­li­te del mon­do. Spes­so mi ca­pi­ta di in­con­trar­ne al­cu­ni e di im­ma­gi­nar­li con un look N°21. Ecco, so­no le per­so­ne “co­mu­ni” la pia­ce­vo­le novità ri­spet­to al pas­sa­to. La dif­fi­col­tà è tro­va­re il giu­sto com­pro­mes­so fra com­mer­cia­le e immagine, ma è an­che una gran­de oc­ca­sio­ne di cre­sci­ta».

Come ve­ste l’uo­mo, se­con­do N°21?

«Dev’es­se­re un uo­mo di­spo­sto a osa­re, che sce­glie toc­chi inu­sua­li sen­za di­stac­car­si trop­po dai ca­no­ni del guar­da­ro­ba ma­schi­le clas­si­co-bor­ghe­se».

Un crea­ti­vo non smet­te mai di pen­sa­re al pros­si­mo step. Qual è il suo?

« Vor­rei far cre­sce­re il mio marchio pas­so do­po pas­so, fi­no a tra­sfor­mar­lo in un gran­de marchio, con la co­stan­za e la te­na­cia » . Ecco, ap­pun­to.

« R I S P E T TO A L PAS SATO S O N O D I V E N TA­TO P I Ù

R E A L I STA E P R AGMAT I CO »

IL (SE­CON­DO) DE­BUT­TO DI VUK­MI­RO­VIC AL PIT­TI

In questi gior­ni è a Fi­ren­ze in oc­ca­sio­ne di Pit­ti Immagine Uo­mo (dal 16 al 19 giu­gno) per pre­sen­ta­re con un even­to esclu­si­vo la nuo­va col­le­zio­ne per la Primavera/ Esta­te 2016. Nean­che un me­se fa in Ci­na per il lan­cio del­la col­le­zio­ne Au­tun­no/ Inverno 2015, la se­con­da da lui fir­ma­ta, e per l’an­nes­sa aper­tu­ra del nuo­vo flag­ship sto­re aper­to a Can­ton Road ad Hong Kong. A se­gui­re par­ty per po­chi in­vi­ta­ti al Central Pier 4.

( in foto) è ir­re­fre­na­bi­le (ol­tre che ir­rag­giun­gi­bi­le al te­le­fo­no). Nuo­vo di­ret­to­re crea­ti­vo di Ports 1961, ha la­vo­ra­to per Guc­ci nell’era Tom Ford ( 2000), Jil San­der ( 2001), Trus­sar­di 1911 (2007).

UN N’IMMAGINE DEL LLA SFI­LA­TA AUTUNN O- INVERNO 2015- 2016 DI N° 21 ALES­SAN­DRO DELL’ACQUA, 52 AN­NI, NA­PO­LE­TA­NO, NEL 1996 DE­BUT­TA CON LA PRI­MA COL­LE­ZIO­NE CHE POR­TA IL SUO NO­ME E CHE LA­SCIA NEL 2009 PER FON­DA­RE, UN AN­NO DO­PO, LA N° 21

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.