Il Se­na­tùr si chiu­de in ca­sa e sta zit­to, gli an­ti-Sal­vi­ni rac­col­go­no fon­di per lui

Le­ga ta­glia il per­so­na­le che se­gue Bos­si: lui non va al­la Ca­me­ra, né in tv

Il Fatto Quotidiano - - POLITICA - » DA­VI­DE VEC­CHI in­via­to a Ge­mo­nio (Va­re­se)

Um­ber­to Bos­si re­sta chiu­so in ca­sa, a di­ge­ri­re l’ama­rez­za di quel­lo che in mol­ti ri­ten­go­no l’ul­ti­mo dei di­spet­ti com­piu­ti ai suoi dan­ni da Mat­teo Sal­vi­ni: il leader fel­pa­to, do­po aver cam­bia­to il sim­bo­lo, can­cel­la­to ogni ri­fe­ri­men­to al­la Pa­da­nia e per­si­no il ter­mi­ne Nord dal no­me del par­ti­to, ha de­ci­so di ta­glia­re dal­le spe­se le due per­so­ne che da Ge­mo­nio ogni set­ti­ma­na a tur­no por­ta­va­no Bos­si a Roma per po­ter se­gui­re i la­vo­ri del­la Ca­me­ra. Il Ca­po è sta­to la­scia­to a pie­di. Per que­sto ie­ri, per la pri­ma vol­ta dal ma­lo­re che lo ha col­pi­to nel 2004, non era in Par­la­men­to. E ha do­vu­to an­nul­la­re an­che l’intervista con Bian­ca Ber­lin­guer che ne avreb­be san­ci­to il ri­tor­no su­gli scher­mi dal lon­ta­no 2003.

Ap­pe­na il Co rr i er e ha ri­por­ta­to la no­ti­zia in mol­ti si so­no at­ti­va­ti per aiu­ta­re il se- na­tur. La “cor­ren­te nor­di­sta” del par­ti­to, na­ta a se­gui­to del­lo strap­po sal­vi­nia­no che ha sti­ra­to i con­fi­ni pa­da­ni fi­no in Si­ci­lia, ha av­via­to una rac­col­ta fon­di spon­ta­nea tra i mi­li­tan­ti e già ie­ri se­ra il de­pu­ta­to del Car­roc­cio Gian­lu­ca Pi­ni e l’as­ses­so­re re­gio­na­le Gian­ni Fa­va – av­ver­sa­rio di Sal­vi­ni al­le ul­ti­me pri­ma­rie – han­no rassicurato che a gior­ni sa­rà tro­va­ta una so­lu­zio­ne.

C’È CHI GA­RAN­TI­SCE pe­rò che non si è trat­ta­to di uno sgar­bo per­so­na­le a Bos­si. Fi­gu­rar­si. Di­ce il po­ten­tis­si­mo vi­ce­se­gre­ta­rio Gian­car­lo Gior­get­ti che “il pro­ble­ma è mol­to sem­pli­ce”. E al Fat­to spie­ga: “Noi ab­bia­mo sem­pre ga­ran­ti­to a Um­ber­to uno staff di per­so­na­le e tut­to quel­lo di cui ha sem­pre avu­to bi­so­gno, ma al mo­men­to non ab­bia­mo quat­tri­ni, ci han­no bloc­ca­to i con­ti e stia­mo aspet­tan­do la de­ci­sio­ne sui se­que­stri”. In ef­fet­ti le cas­se del Car­roc­cio non se la pas­sa­no be­ne. A set­tem­bre il Tri­bu­na­le di Ge­no­va ha di­spo­sto la con­fi­sca di 48 mi­lio­ni di eu­ro a se­gui­to del­la con­dan­na a ca­ri- co di Bos­si, dell’ex te­so­rie­re Fran­ce­sco Bel­si­to e al­tri cin­que im­pu­ta­ti, per la truf­fa ai rim­bor­si elet­to­ra­li tra il 2008 e il 2010. Do­po una se­rie di col­lo­qui e ri­cor­si va­ri, do­ma­ni si sa­prà se l’en­ti­tà del­la ci­fra sa­rà con­fer­ma­ta o no. Nel frat­tem­po, di­ce Gior­get­ti, “dob­bia­mo cer­ca­re di ti­ra­re avan­ti ma non ab­bia­mo più un eu­ro”. Quin­di si è de­ci­so di ri­dur­re ul­te­rior­men­te il per­so­na­le. Cer­to è che i guai fi­nan­zia­ri del Car­roc­cio so­no pre­ce­den­ti. Tan­to che gli in­qui­ren­ti sui con­ti han­no tro­va­to po­co più di due mi­lio­ni.

La Le­ga a tra­zio­ne sal­vi­nia­na, ben pri­ma dell’in­ter­ven­to dei giu­di­ci di Ge­no­va, ave­va chiu­so per­si­no la sto­ri­ca se­de mi­la­ne­se di via Bel­le­rio, ol­tre al quo­ti­dia­no La Pa­da­nia, e mes­so in cas­sa in­te­gra­zio­ne set­tan­ta di­pen­den­ti te­nen­do­ne so­la­men­te 11. Di que­sti, spie­ga Gior­get­ti “ben quat­tro so­no de­sti­na­ti esclu­si­va­men­te al Ca­po e ora li ab­bia­mo ri­dot­ti a due ma spe­ria­mo, an­zi cre­dia­mo che sia una so­lu­zio­ne tem­po­ra­nea”. Bos­si pe­rò non vuo­le par­la­re con nes­su­no.

Ie­ri si è ne­ga­to pra­ti­ca­men­te a tut­ti quel­li che han­no ten­ta­to di con­tat­tar­lo at­tra­ver­so uno dei suoi fi­da­ti au­ti­sti. “Il Ca­po non vuo­le par­la­re”, si sen­to­no di­re mol­ti par­la­men­ta­ri, per lo più non le­ghi­sti. Mol­ti ten­ta­no di con­vin­cer­lo a can­di­dar­si al­tro­ve. Sil­vio Ber­lu­sco­ni ad esem­pio. Ma è più for­te il ri­chia­mo del mo­vi­men­to del Nord fon­da­to da Mar­co Re­guz­zo­ni, ex en­fant pro­di­ge del Car­roc­cio a tra­zio­ne bos­sia­na. Lui pe­rò rin­gra­zia, sor­ri­de e se pro­prio in­si­sto­no di­ce che non può pro­prio per­ché “la Le­ga è fi­glio mio”.

LaPresse

Lea­de­rUm­ber­to Bos­si

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.