Il Tempo (Nazionale) : 2020-06-30

22 : 22 : 22

22

22. SPORT martedì 30 giugno 2020 FORMULA1 BASKET CALCIO SERIEB La Mercedes diventa nera per la lotta al razzismo La Serie A torna a 16 squadre Roma cerca un proprietar­io Il Benevento promosso in A Sprofonda il Frosinone ••• Una livrea nera per mandare un messaggio contro il razzismo. Questa la scelta della Mercedes per il Mondiale di Formula 1 che partirà nel weekend in Austria. Via il tradiziona­le argento, affidato invece ad una stella. Sulle macchine di Hamilton e Bottas apparirà poi la scritta «End Racism». ••• La Serie A di basket torna a 16 squadre: niente ripescaggi­o per Torino - ancora in ballo se una tra Virtus Roma (che cerca un nuovo proprietar­io) e Cremona non riuscisse ad iscriversi - dopo l’autoretroc­essione di Pistoia e l’indisponib­ilità di altre squadre a salire dalla Serie A-2. ••• Il Benevento batte 1-0 la Juve Stabia e torna in A dopo un anno. Il Frosinone perde 2-0 col Chievo e scivola al 6° posto. Le altre: Salernitan­a-Cremonese 3-3, Cittadella-Perugia 2-0, Livorno-Venezia 0-2, Ascoli-Crotone 1-1, Cosenza-Trapani 2-2, Pescara-Empoli 1-1, Pordenone-Entella 2-0, Spezia-Pisa 1-2. PROGETTO SOSPESO La Raggi tiene fermo lo stadio FERNANDO M. MAGLIARO ••• «No, non lo so, stiamo aspettando tutti». Fra i 5Stelle capitolini questa è la risposta alla domanda: cosa aspetta il sindaco di Roma, Virginia Raggi, ad iniziare le procedure per portare in votazione al Consiglio comunale lo Stadio della Roma? Già da due-tre settimane sul tavolo della Raggi c’è una relazione firmata da Roberto Botta, l’ingegnere vice direttore generale del Campidogli­o cui è stato demandato dal Sindaco il coordiname­nto effettivo di tutti gli uffici tecnici che stanno lavorando al dossier Tor di Valle. Da allora, però, nuovamente silenzio. All’urbanistic­a, complice il caos dell’Ufficio Condoni legato all’ultima inchiesta della Procura, non hanno ancora terminato le rivisitazi­one di tutte le carte tecniche anche perché gli uffici aspettano un cenno di assenso dalla Raggi per chiudere tutto. Ma pure se non tutte le carte tecniche sono perfeziona­te, la «ciccia» politica è tutta nella relazione Botta. E con quella la Raggi dovrebbe iniziare il complesso iter che porterà al voto finale, l’ultimo passaggio politico che dà il via libera definitivo ai cantieri, iniziando dagli incontri con i consiglier­i di maggioranz­a per evitare sorprese e mal di pancia il giorno del voto. Fra l’altro, nel cerchio ristretto dei «Raggi boys», circola un’altra consideraz­ione: la Giunta è entrata nell’ultimo anno di attività. A giugno 2021 scade il mandato ma, consideran­do che gli ultimi quattro-sei mesi sono di campagna elettorale, ne restano più o meno fra i 6 e gli 8 per arrivare alla posa della prima pietra dello Stadio in tempo utile perché la Raggi possa giocarselo come carta per l’eventuale corsa per il bis. Facendo la tara con i tempi tecnici post voto per arrivare all’apertura dei cantieri, siamo già molto vicini al tempo limite. Insomma, serpeggia sorpresa e preoccupaz­ione: Virginia deve fare in fretta se vuole usare la foto sul cantiere dello Stadio per la campagna elettorale e il tempo per arrivarci è ormai ridotto al lumicino. ROMAFUORI DALLACHAMP­IONS Dopo appena due partite dalla ripresa la rincorsa sull’Atalanta è svanita: il vero obiettivo ad agosto Zaniolo per l’Europa Fonseca deve difendersi da Napoli e Milan. Il talento torna in gruppo e punta la coppa 6 5-6 ALESSANDRO AUSTINI In una giornata di umori tendenti al nero è arrivato però un bel sorriso: quello di Zaniolo, tornato a lavorare parzialmen­te in gruppo dopo l’operazione al ginocchio. Gli serviranno­un paio di settimane per tornare disponibil­e, ma non è escluso che giovedì, nel giorno del suo 21esimo compleanno, Fonseca gli faccia un regalo e lo convochi simbolicam­ente per l’Udinese. La prima di dieci gare che serviranno ormai solo a difendersi dagli attacchi di Napoli (avversario di domenica), Milan e si spera nessun altro. Perché arrivare settimi significa dover giocare i preliminar­i di Europa League, ottavi restare fuori dalle coppe. L’unico obiettivo allettante arriva ad agosto: il 10 luglio la Roma e le altre squadre scoprirann­o il tabellone della coppa da giocare in turni secchi in Germania, il 5 o il 6 agosto gli ottavi col Siviglia di Monchi, con Zaniolo di nuovo utilizzabi­le insieme a Mkhitaryan, Zappacosta eKalinic, mentre per Smalling si cerca ancora l’accordo con lo United per poterlo utilizzare anche in Europa League Intanto giovedì con l’Udinese mancherann­o gli squalifica­ti Pellegrini e Veretout, con la formazione destinata a cambiare di nuovo in 5-6 elementi. C’è un onore da salvare. a.austini@iltempo.it Sconfitte Agosto Nelle ultime 11 partite di campionato per la Roma ormai fuori dalla zona Champions Le possibili date della sfida secca degli ottavi di Europa League col Siviglia in Germania ••• Fuori dalla lotta Champions con dieci partite ancora da giocare: è giugno ma è come se fosse marzo, la Roma si è già arresa, il quarto posto è irraggiung­ibile, meglio Regalo Problemi Giovedì nel giorno del compleanno di Nicolò c’è l’Udinese all’Olimpico Possibile convocazio­ne simbolica La squadra ormai senza stimoli Pellegrini e Veretout squalifica­ti il tecnico deve cambiare ancora © RIPRODUZIO­NE RISERVATA guardarsi indietro in classifica e prepararsi all’Europa League che rimane l’ultima possibilit­à per tornare nella coppa più prestigios­a. Non accadeva da 15 anni, da quella terribile stagione 2004-05 con quattro allenatori ad alternarsi in panchina, che i gialloross­i fossero già spacciati a questo punto del campionato. Nei primi due anni dell’era americana le cosenonson­o andate molto meglio, mala speranza è rimasta viva per qualche turno in più. La sconfitta di San Siro ha sancito il de profundis, il bilancio dei gialloross­i in questo strano e spezzettat­o 2020 è impietoso: 6 sconfitte in 11 partite, appena 16 punti fatti contro i 26 dell’Atalanta che era partita dietro. Così, il giorno dopo il «game over» di San Siro, Fonseca ha dovuto trovare le parole giuste per provare a dare qualche stimolo al gruppo, dopo aver chiacchier­ato da solo col plenipoten­ziario Fienga presente a Trigoria. IPPICA Vivid Wise As sorprende a Capannelle Battuto il favorito Zacon Giò nel Gran Premio Turilli. Il Triossi va ad Always Ek ENRICO TONALI 1, 4 anni europei, 2100 m, 180.180 euro, 13 partenti) è andato al baio Always Ek (4,94, Effebi, Alessandro Gocciadoro, Andrea Guzzinatil­io) superando in dirittura il derby-winner 2019 Alrajah One (My Horse, Giovanni Grillo, Enrico Bellei), poi Arnas Cam (La Camrague, Hansen Bondo, Santo Mollo e All Wise As (Wilhemsen, Bondo, Andreghett­i). La corsa è vissuta sullo scontro fra AlrajahOne­e il favorito Axl Rose (Alessandri, Gocciadoro allenatore e alle redini) che già erano giocati il Nastro Azzurro in ottobre ad Agnano. L’epilogo è stato identico con il cavallo di Bellei in avanti e quello di Gocciadoro in rottura come al Derby, e Always Ek ben inseritosi in finale. ••• Impresa, nel trotto-spettacolo ieri a Capannelle, di Vivid Wise As (toto 3,42, scuderia Bivans, Alessandro­Gocciadoro trainer e driver) che - Gran Premio Gaetano Turilli (gruppo 1, 4 anni e oltre internazio­nali, 2100 m, 180.180 euro, 13 partenti) - ha impallinat­o sul palo il superfavor­ito Zacon Giò (Giuseppe Franco, Holger Ehlert, Roberto Vecchione). Subito in testa il vincitore dell’Internatio­nal Trot 2019 di New York, è stato rallentato da Vecchione, favorendo però il pericoloso avversario, il baio di 6 anni bene interpreta­to da Gocciadoro. A seguire Sharon Gar e l’intramonta­bile Arazi Boko. Il 65° Gran Premio Tino Triossi (gruppo Al palo La vittoria di Vivid Wise As sul superfavor­ito Zacon Giò ieri a Capannelle nel Gran Premio Turilli © © RIPRODUZIO­NE RISERVATA RIPRODUZIO­NE RISERVATA PRINTED AND DISTRIBUTE­D BY PRESSREADE­R PressReade­r.com +1 604 278 4604 ORIGINAL COPY . ORIGINAL COPY . ORIGINAL COPY . ORIGINAL COPY . ORIGINAL COPY . ORIGINAL COPY COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW

© PressReader. All rights reserved.