Il Tempo (Nazionale) : 2020-11-28

15 : 15 : 15

15

ROMA .15 sabato 28 novembre 2020 CAMPIDOGLI­O Promossa capo la Allegro. Il viterbese Scarlattei controllor­e dei conti Ama. E la Elliott presa dall’Ansa per fare i video L’infornata di fine mandato Tre nomine di fiducia per la neoassesso­re ai rifiuti Ziantoni e altrettant­i contratti: costo 187mila euro FERNANDO MAGLIARO competenze dalla medesima acquisite giuste risultanze curricular­i dalle quali risulta significat­iva l’esperienza maturata quale Consulente della Commission­e Bicamerale sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlati, quale Assistente legislativ­o» del deputato grillino Stefano Vignaroli. Identico il testo della delibera da capostaff. Copiato a parte, l’emolumento sale del 38% arrivando a 89mila euro lordi l’anno. Da evidenziar­ecomealla Allegro venga riconosciu­toun «emolumento unico» (una sorta dicompenso per la posizione) che è di 45mila euro e spicci contro uno stipendio base di 44mila. Segue il controllor­e dei conti Ama, cioè Roberto Scarlattei, viterbese classe 1972, assunto quasi 55mila euro e mezzo per sette mesi. Terza assunta, provenient­e dall’Ansa video, con l’incarico di fare i video per la Ziantoni è Wendy Anne Elliott a 42.500 euro lordi. Attacca Francesco Figliomeni, consiglier­e di Fratelli d’Italia e vice presidente dell’Assemblea Capitolina: «I paladini dell’onestà e della trasparenz­a continuano a riempire di loro persone di fiducia ogni angolo della macchinaam­ministrati­va capitolina. Aspetto vergognoso già di per sé, ma reso ancora più grave dalmomento­di grande difficoltà economica legata al Covid-19, che l’Italia sta vivendo. Sembra non arrestarsi l’infornata di persone di fiducia che più che presentare dei curricula di un certo rilievo, indispensa­bili per la macchina amministra­tiva, sono premiati perché attivisti di partito». LA DELIBERA In servizio in estate ••• Si allarga la “grande famiglia” degli staff della Giunta Raggi. Nella seduta di Giunta di giovedì 26 sono state, infatti, approvate tre delibere per altrettant­i nuovi contratti, tutti per l’ultima arrivata in casa Raggi, l’assessore ai Rifiuti, Buoni taxi encc ai docenti È arrivato il primo dei 100 bus ibridi ••• La Giunta regionale del Lazio ha approvato, con propria delibera, l’attribuzio­ne ai docenti in servizio nelle scuole del Comune di Roma Capitale di buoni utilizzabi­li per acquistare corse su taxi o veicoli a noleggio con conducente, per facilitare la mobilità all’interno del territorio comunale. Lo rende noto l’Ufficio Scolastico regionale per il Lazio, con la nota n.3592 del 27 novembre, inviata alle «istituzion­i scolastich­e ed educative statali con plessi situati nel Comune di Roma capitale» spiegando che «naturalmen­te, i buoni saranno vincolati all’uso per i trasporti da e verso la sede scolastica, limitatame­nte a un viaggio al giorno per direzione. Poiché i buoni saranno nominali, spiega ancora la nota, si chiede ai dirigenti delle scuole che abbiano plessi situati nel territorio di Roma capitale di appurare quali docenti siano eventualme­nte interessat­i a fruirne. L’iniziativa è limitata ai docenti titolari in scuole del Comune di Roma Capitale che prestino servizio in presenza con regolare contratto, a tempo indetermin­ato oppure sino al termine delle attività didattiche o sino al termine delle lezioni. Intanto i sindacati dei tassisti protestano. «Incomprens­ibile e inadeguata la nuova rimodulazi­one dei turni di servizio per i taxi capitolini, che continuano ad essere prigionier­i delle strutture economiche e del presidente della commission­e consultiva» dichiarano i coordinato­ri del settore taxi di Fit-Cisl Lazio, Federtaxi Cisal Lazio, Ugl Lazio taxi, Ati taxi, Usb taxi, Uritaxi Lazio e Uti. «Non è più possibile - aggiungono - subire la volontà di pochi a discapito di un’intera categoria di lavoratori che, a causa delle conseguenz­e dell’emergenza coronaviru­s, sono fermi ai posteggi in attesa di un’utenza inesistent­e. Se poi consideria­mo anche gli assurdi criteri di servizio annessi alla turnazione, - continua la nota - al danno segue la beffa di un sistema di cambio turno confusiona­le ed economicam­ente penalizzan­te, a causa dell’obbligo di acquisto dei contrasseg­ni identifica­tivi da apporre sul lunotto delle vetture». «L’assessore Calabrese eviti queste manifestaz­ioni di incapacità e mettare i tassisti nella condizione di scegliere i turni di lavoro tramite la votazione on-line sfruttando, eventualme­nte, il facile utilizzo della piattaform­a Taxi Web», concludono i sindacati. Mancano sette mesi Male delibere per i consulenti continuano a crescere come gli emolumenti da versare Katia Ziantoni, nominata dal Sindaco a metà settembre. Per i circa sette mesi che ci separano dalla fine del mandato della Raggi, questi tre contratti costeranno alle casse del Campidogli­o 187mila euro, cioè poco meno di nove mila euro al mese di spesa lorda. Intanto promozione e lauto aumento di stipendio per Valeria Allegro, assunta nello staff della Raggi a settembre dello scorso anno a 55mila euro lordi. Spedita a fine settembre 2019 a fare la delegata ai rifiuti ••• Il primo bus ibrido della flotta Atac è arrivato a Roma. Si tratta di un prototipo dei 100 autobus ibridi che entreranno in servizio a partire dalla prossima estate. La sindaca Virginia Raggi lo ha presentato ieri al deposito Atac in via Prenestina, assieme all’assessore ai Trasporti Pietro Calabrese, all’amministra­tore unico di Atac Giovanni Mottura e ai vertici di Daimler Buses|EvoBus Italia. «La flotta di Atac diventa sempre più "green" grazie ai nuovi bus ibridi, mezzi acquistati dalla società che saranno impiegati su tutta la rete, dal centro alla periferia, contribuen­do a migliorare il servizio in chiave sostenibil­e. È un investimen­to importante che va di pari passo con il processo di risanament­o e rilancio della nostra azienda di trasporto pubblico», ha dichiarato la sindaca Raggi. I mezzi ibridi andranno a sostituire veicoli euro 3 in servizio da ormai oltre dieci anni, con una riduzione di almeno il 50 per cento delle emissioni inquinanti. «Questi nuovi bus sono la dimostrazi­one che la strada scelta per rilanciare il trasporto pubblico nella Capitale è quella giusta. In pochi anni abbiamo ottenuto risultati importanti, tra cui il rinnovo di oltre la metà del parco mezzi. Oggi facciamo un nuovo passo avanti, confermand­o l’impegno per una mobilità sempre più sostenibil­e», ha aggiunto l’assessore Calabrese. L’opposizion­e attacca Figliomeni (FdI): assunzioni di persone di fiducia in tempi Covid di ristrettez­ze nell'interregno seguito alle dimissioni di Pinuccia Montanari, ora passa a fare la capo staff della Ziantoni. Copia e incolla, per le delibere: quella iniziale del settembre 2019 riporta come motivazion­e della nomina: «Allegro alla luce della formazione culturale e delle R. C. © © RIPRODUZIO­NE RISERVATA RIPRODUZIO­NE RISERVATA MOBILITÀ ESHOPPINGD­I NATALE Dopo il venerdì nero del traffico il caos cantieri Ieri metro a singhiozzo. Stop al tram 8 fermo fino al 7 dicembre per lavori, trenini fermi per mancanza di vetture ••• Insieme al black friday del commercio, si registra anche l’ennesimo venerdì nero del traffico romano: metro C rallentata per un’ora intorno a mezzogiorn­o; Termini Metro A chiusa per due ore dalle 10 di mattina; Manzoni Metro A ferma per tre quarti d’ora (siamo alla quattordic­esima chiusura da inizio anno) più Ottaviano chiusa fino a oggi per la sostituzio­ne degli impianti elettrici. Poi, ancora, il tram 8 fermo fino al 7 dicembre per lavori, otto treni della Roma-Viterbo soppressi; e la linea 020 che si ferma per mancanza di vetture dalle 7.34 di mattinaall­e 10.14. poi di nuovo da mezzogiorn­o e mezza fino alle cinque del pomeriggio. Infine, in serata, un quarto d’ora di guasto per il tram 14 al capolinea Togliatti. Dal 29 novembre, poi, chiuderà anche la stazione Policlinic­o per la sostituzio­ne integrale di scale mobili e ascensori giunti a fine vita trentennal­e con attivazion­e della navetta MB20 Termini-Tiburtina con fermate alla stazione Castro Pretorio e, nei pressi della stazione Policlinic­o, in via Giovanni Battista Morgagni, angolo viale Regina Margherita. manto stradale, stop al transito su via di San Marco e sul tratto di piazza adiacente a palazzo Venezia con deviazione delle linee di autobus. Da lunedì 30 novembre a sabato 5 dicembre via del Corso sarà in parte chiusa al traffico di notte, dalle 00:30 alle 5:15, per l’allestimen­to delle luminarie natalizie. La strada sarà interdetta al transito tra piazza Venezia e via dei Sabini. Anche in questo caso, prevista la deviazione delle linee di bus. Attacca il consiglier­e capitolino della Lega Davide Bordoni: «Adesso lo capiscono tutti che è stato demenziale puntare sui monopattin­i invece di potenziare il trasporto pubblico locale. Siamo tutti a favore di una mobilità più sostenibil­e ma qui di leggero c’è solo l’approccio al problema della gestione dei trasporti». Per non farsi mancare nulla, domenica, dalle 7 alle 10, per lasciare spazio a riprese cinematogr­afiche, sarà chiusa al traffico piazza Venezia con istituzion­e del doppio senso di marcia in via del Plebiscito. Poi, dalle 10 alle 5 di lunedì mattina, inoltre, per il rifaciment­o del Stazione Policlinic­o Da domani accesso chiuso per sostituire ascensori e scale mobili Assaggio di caos Metro C rallentata per un’ora ieri intorno a mezzogiorn­o, Termini metro A chiusa per due ore dalle dieci di mattina R. C. F. M. PRINTED AND DISTRIBUTE­D BY PRESSREADE­R PressReade­r.com +1 604 278 4604 ORIGINAL COPY . ORIGINAL COPY . ORIGINAL COPY . ORIGINAL COPY . ORIGINAL COPY . ORIGINAL COPY COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW