10 DO­MA­NI ALL’OLIM­PI­CO Ve­dia­mo­li in cen­tro Pel­le­gri­ni del fu­tu­ro Ham­sik dei re­cord

1Al rien­tro in grup­po, do­ma­ni se­ra sa­rà ti­to­la­re «Una par­ti­ta im­por­tan­te pu­re per la Cham­pions L’Ita­lia? An­dre­mo in Rus­sia, è il no­stro obiet­ti­vo»

La Gazzetta dello Sport - - Da Prima Pagina - MON­TI, PU­GLIE­SE, ZUCCHELLI

Quan­do Di Fran­ce­sco ie­ri l’ha ri­vi­sto dav­ve­ro in grup­po ha ti­ra­to un bel so­spi­ro di sol­lie­vo. Un pro­ble­ma in me­no in as­so­lu­to, ma so­pra­tut­to una so­lu­zio­ne in più per do­ma­ni se­ra. Per­ché Lo­ren­zo Pel­le­gri­ni nel­la te­sta dell’al­le­na­to­re del­la Ro­ma è uno di quei gio­ca­to­ri che do­ma­ni può spo­sta­re qual­co­sa. Quan­to an­co­ra non si sa, for­se un po’ o for­se an­che mol­to di più. Di cer­to qual­co­sa spo­ste­rà, per­ché poi la par­ti­ta si fa­rà pro­prio lì, dal­le sue par­ti, in mez­zo al cam­po. Do­ve il Na­po­li ha un pal­leg­gio qua­si da ma­nua­le e do­ve la Ro­ma do­vrà cer­ca­re di fa­re più den­si­tà pos­si­bi­le, an­dan­do a co­pri­re tut­te le li­nee di pas­sag­gio. Già, per­ché se poi c’è una co­sa in cui la squa­dra di Sar­ri è qua­si per­fet­ta è pro­prio quel­la di non ap­piat­tir­si mai su que­sto, sul­le li­nee di pas­sag­gio, crean­do sem­pre gli sca­glio­na­men­ti giu­sti per per­met­te­re al­me­no una, se non due so­lu­zio­ni a chi è in pos­ses­so pal­la. Ec­co, Pel­le­gri­ni (da ie­ri te­sti­mo­nial del­la cam­pa­gna #Epi­les­siaPar­lia­mo­ne di Tren­ta Ore per la Vi­ta) sa­rà im­por­tan­te an­che per que­sto, per­ché tra le sue ca­rat­te­ri­sti­che non c’è so­lo quel­la di sa­per at­tac­ca­re gli spa­zi in­se­ren­do­si, ma an­che quel­la di sa­per leg­ge­re le si­tua­zio­ni di gio­co.

LA DEN­SI­TÀ Con­si­de­ran­do il pro­ba­bi­le for­fait di Stroot­man, le due mez­za­le gial­lo­ros­se do­ma­ni sa­ran­no pro­prio lui e Naing­go­lan, con De Ros­si in ca­bi­na di re­gia. Un cen­tro­cam­po che avrà bi­so­gno dell’aiu­to da una par­te di Pe­rot­ti e dall’al­tra di Flo­ren­zi per cer­ca­re di crea­re ap­pun­to quel­la den­si­tà che pos­sa im­pe­di­re al Na­po­li di fra­seg­gia­re e pos­sa con­sen­ti­re al­la Ro­ma di re­cu­pe­ra­re pal­la e ma­ga­ri far ma­le con le ri­par­ten­ze. «È una par­ti­ta im­por­tan­te, uno scon­tro di­ret­to per i pri­mi po­sti – ha det­to ie­ri il cen­tro­cam­pi­sta a Sky – Il Na­po­li sta fa­cen­do be­nis­si­mo, ma an­che noi lo stia­mo fa­cen­do. Vin­ce­re que­sta par­ti­ta vor­reb­be di­re af­fron­ta­re an­co­ra me­glio la sfi­da di mer­co­le­dì a Lon­dra, con il Chel­sea, in Cham­pions Lea­gue. Il do­lo­re al pol­pac­cio? Spa­ri­to, so­no a com­ple­ta di­spo­si­zio­ne».

IN AZ­ZUR­RO Già, per­ché Pel­le­gri­ni è usci­to mal­con­cio dal­la sfi­da di San Si­ro con­tro il Mi­lan, con un ede­ma al so­leo de­stro che non gli ha per­mes­so nean­che di ri­spon­de­re al­la con­vo­ca­zio­ne del­la Na­zio­na­le per la dop­pia sfi­da con Ma­ce­do­nia e Al­ba­nia. «Mi è di­spia­ciu­to mol­to, ma con que­sto do­lo­re non era pro­prio pos­si­bi­le – con­ti­nua Pel­le­gri­ni – Ades­so l’uni­ca co­sa che ab­bia­mo in te­sta è lo spa­reg­gio di no­vem­bre, an­da­re al Mon­dia­le è da sem­pre il no­stro obiet­ti­vo». E Ven­tu­ra non ve­de l’ora di po­ter con­ta­re an­che su di lui, il pro­to­ti­po del­la mez­za­la mo­der­na. Su lui, De Ros­si e Flo­ren­zi, i tre gial­lo­ros­si che a que­sto gi­ro (per mo­ti­vi di­ver­si) non c’era­no e che in­ve­ce a no­vem­bre ci sa­ran­no. «Sa­reb­be stu­pen­do ave­re tre ro­ma­ni in Rus­sia – chiu­de Pel­le­gri­ni – Lo­ro due per me non so­no so­lo dei cal­cia­to­ri fan­ta­sti­ci, ma an­che del­le per­so­ne ec­ce­zio­na­li. De Ros­si, tra l’al­tro, mi di­ce che a vol­te so­no trop­po fret­to­lo­so nel­lo spin­ger­mi in avan­ti, men­tre sto ca­pen­do che a vol­te bi­so­gna an­che ge­sti­re per tro­va­re la pal­la giu­sta». Ec­co, un’al­tra del­le co­se che gli chie­de­rà do­ma­ni Di Fran­ce­sco.

LIVERANI

Lo­ren­zo Pel­le­gri­ni, 21 an­ni, cen­tro­cam­pi­sta

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.