Lotito pre­si­den­te ed è su­bi­to caos «Fac­cio sul se­rio»

●All’as­sem­blea Lnd il n°1 La­zio con­fer­ma di pun­ta­re al­la Fi­gc: «Ho 12 club di A». Sibilia can­di­da­to: «Io il nuovo»

La Gazzetta dello Sport - - Calcio Verso Le Elezioni Federali - Alessandro Ca­ta­pa­no RO­MA

Al­la fi­ne della gior­na­ta, do­po aver­lo vi­sto muo­ver­si con ugua­le di­sin­vol­tu­ra tra un can­di­da­to e l’al­tro, chiu­der­si in una stan­za con uno e, usci­to, rac­con­ta­re la stes­sa fa­vo­la all’al­tro al te­le­fo­no, in­som­ma do­po aver­lo se­gui­to da una sa­la all’al­tra dell’al­ber­go al­la pe­ri­fe­ria di Ro­ma do­ve l’as­sem­blea della Lnd ha can­di­da­to Co­si­mo Sibilia, ci re­sta un dub­bio, for­se lo stes­so dei suoi in­ter­lo­cu­to­ri: ma fa sul se­rio? Clau­dio Lotito vuo­le dav­ve­ro cor­re­re per la pre­si­den­za fe­de­ra­le? O va so­lo in cerca del mi­glior of­fe­ren­te?

RISATE E PAU­RA «A Da­mia’, sei un bra­vo ra­gaz­zo ma non c’hai i vo­ti...». Lui, in­ve­ce, ce l’ha, giu­ra. «Do­di­ci so­cie­tà di A han­no fir­ma­to per me, do­di­ci di B so­no pron­te a far­lo. Non ho una, ma due mag­gio­ran­ze. Non ci cre­di? C’ho i fo­gli in mac­chi­na...». Ri­de Tom­ma­si, ri­do­no tut­ti. Ma Lotito fa sul se­rio. «Non è che mi so­no can­di­da­to io – chia­ri­sce –, mi han­no in­di­ca­to. Io mi can­di­do so­lo se ci so­no le con­di­zio­ni». E le con­di­zio­ni per can­di­dar­si, stan­do al­la con­ta­bi­li­tà spic­cio­la, par­reb­be­ro es­ser­ci. In­som­ma, for­se fa sul se­rio, e in­fat­ti avrebbe af­fi­da­to la scrit­tu­ra del suo pro­gram­ma ad un gho­st wri­ter di fiducia. Im­pre­sen­ta­bi­le o av­ver­sa­rio te­mi­bi­le? Per i suoi av­ver­sa­ri, che do­ma­ni po­treb­be­ro di­ven­ta­re al­lea­ti, Lotito è en­tram­be le co­se. L’even­tua­li­tà, che do­vrà di­ven­ta­re real­tà en­tro la mez­za­not­te di oggi, scon­cer­ta e al tem­po stes­so spa­ven­ta. Tom­ma­si rea­gi­sce così: «La can­di­da­tu­ra di Lotito al­la Fi­gc? Non è im­pos­si­bi­le, di­ce di ave­re le fir­me. Ci sia­mo fer­ma­ti a par­la­re del­le co­se da fa­re – rac­con­ta il pre­si­den­te dell’Aic –, non so se le met­te­rà nel pro­gram­ma. Ma la ri­spo­sta a Ita­liaS­ve­zia cre­do deb­ba essere un’al­tra». Ga­brie­le Gra­vi­na è più net­to, an­che se la­scia in­tra­ve­de­re uno spi­ra­glio: «Lui è im­pre­ve­di­bi­le, gli ri­co­no­sco qualità e ca­par­bie­tà, ma chi mi co­no­sce sa qual è la mia idea su di lui sot­to un pro­fi­lo po­li­ti­co. Può met­ter­si a di­spo­si­zio­ne, ma non cer­to del ruo­lo di pre­si­den­te fe­de­ra­le». Co­si­mo Sibilia è più «po­li­ti­co», ma con­sa­pe­vo­le di tut­ti i ri­schi che com­por­te­reb­be un ba­cio della mor­te con Lotito. «Io mi con­fron­to con tut­ti gli elet­to­ri, e con lui par­le­rei an­che se rap­pre­sen­tas­se so­lo La­zio e Sa­ler­ni­ta­na. È un di­ri­gen­te ca­pa­ce, ma sia chia­ro che io ho trat­ta­to con l’isti­tu­zio­ne Le­ga di A, non col sin­go­lo Lotito».

TUT­TO APER­TO I due ie­ri si so­no par­la­ti. Lotito si è in­trat­te­nu­to an­che con Tom­ma­si e, al te­le­fo­no, con Gra­vi­na. Non ha tro­va­to spon­de da nessuno, al­me­no per il mo­men­to. Con

Sibilia il dia­lo­go è co­min­cia­to qual­che gior­no fa, ma su al­tri pre­sup­po­sti: Lotito, in tan­dem con Ta­vec­chio, si era fatto ga­ran­te di una con­ver­gen­za di buo­na par­te della Le­ga di A sul lea­der dei Di­let­tan­ti, un’ope­ra­zio­ne che avrebbe ri­ser­va­to al pre­si­den­te della La­zio e pa­tron della Sa­ler­ni­ta­na

un ruo­lo api­ca­le nel­la nuo­va Fi­gc. Ma quan­do ha ve­ri­fi­ca­to l’im­pos­si­bi­li­tà di tro­va­re 14 vo­ti su 20, quo­rum mi­ni­mo per far­si eleg­ge­re con­si­glie­re fe­de­ra­le, Lotito ha cam­bia­to le car­te in ta­vo­la, scen­den­do in cam­po in pri­ma per­so­na. Do­ve lo por­te­rà que­sta stra­te­gia? Ma for­se sa­reb­be più cor­ret­to chie­der­si: do­ve por­te­rà i suoi ri­va­li? Lotito non ha pre­fe­ren­ze: per la sua con­ve­nien­za fa­reb­be ac­cor­di an­che col peg­gior ne­mi­co. In que­sto ca­so, però, il cam­po è li­mi­ta­to: con Tom­ma­si non si scher­za nem­me­no e con Gra­vi­na, al­me­no per il mo­men­to, non ci so­no le con­di­zio­ni. An­zi, il pre­si­den­te della Le­ga Pro fa sa­pe­re che se la can­di­da­tu­ra di Lotito con­qui­stas­se il so­ste­gno della Di­let­tan­ti, il tic­ket Le­ga Pro-Cal­cia­to­ri di­ven­te­reb­be «au­to­ma­ti­co».

L’UNI­CO Co­sa di­ce Sibilia? «Ab­bia­mo due set­ti­ma­ne per ria­pri­re un dia­lo­go, con tut­ti». Ie­ri, do­po aver ri­get­ta­to nuo­va­men­te l’ipo­te­si Al­ber­ti­ni mes­sa sul ta­vo­lo da Tom­ma­si, il pre­si­den­te della Lnd ha ini­zia­to la sua corsa. «Per vin­cer­la, non c’è dub­bio. Io so­no l’uni­co che può di­re di rap­pre­sen­ta­re il nuovo. An­che se fi­no all’ul­ti­mo pro­ve­rò a tro­va­re un pun­to di in­con­tro con gli al­tri. Ma ab­bia­mo la mag­gio­ran­za re­la­ti­va e vo­glia­mo ri­spet­to». Tre can­di­da­ti e un quar­to che mi­nac­cia di essere la mi­na va­gan­te. Per tut­ti quan­ti, va­le il mo­ni­to di un vec­chio sag­gio, Antonio Ma­tar­re­se: «Così sta­te apren­do la porta al com­mis­sa­ria­men­to del Co­ni».

LO SCE­NA­RIO Ora via al­le al­lean­ze Tom­ma­si: «Non è lui la ri­spo­sta a Ita­lia-Sve­zia»

Il lea­der della Le­ga Di­let­tan­ti: «Cor­ro per vincere, ma aper­to al dia­lo­go»

● 1 Clau­dio Lotito, 60 an­ni, pre­si­den­te della La­zio dal lu­glio 2004 ● 2 Co­si­mo Sibilia, 58 an­ni, vi­ce­pre­si­den­te vi­ca­rio della Fi­gc dal 2017 ●3 Ga­brie­le Gra­vi­na, 64 an­ni, pre­si­den­te della Le­ga Pro dal di­cem­bre 2015G 4 Da­mia­no Tom­ma­si, 43 an­ni, pre­si­den­te dell’Aic dal mag­gio 2011 1

2

ANSA

3 4

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.