MA­RIA VENTURI

STA­TO D’ANI­MO TIPICAMENTE FEM­MI­NI­LE, NONÈMAI AV­VER­TI­TO SE SI DEBBONO AF­FRON­TA­RE PROBLEMIDI COP­PIA, DI LA­VO­RO, DISOLDI, DISALUTEODI FI­GLI. PER­CIÒ…

Oggi - - Sommario - Eri­ca, e-mail di Ma­ria Venturi Eu­ge­nio, Ca­ser­ta

L’AU­TO­STI­MA DEL MASOCHISTA CHE VI­VE IN AT­TE­SA DEL PEG­GIO SI RAF­FOR­ZA SOLTANTOSE I FAT­TI GLI DAN­NO RA­GIO­NE

Ca­ra Ma­ria l’azien­da che per tre ge­ne­ra­zio­ni ha fat­to vi­ve­re nel be­nes­se­re la fa­mi­glia di mio ma­ri­to è sta­ta mes­sa in gi­noc­chio da mer­ca­ti­ni e pro­dot­ti a prez­zo strac­cia­to. Ai guai eco­no­mi­ci è se­gui­to un ma­re di pro­ble­mi che non sto a de­scri­ve­re. L’unio­ne reg­ge, ma io e mio ma­ri­to sia­mo obe­ra­ti da sa­cri­fi­ci e pre­oc­cu­pa­zio­ni. Ti scri­vo per­ché trop­po spes­so pub­bli­chi let­te­re di don­ne che te­mo­no la rou­ti­ne e vi­vo­no la noia co­me un fla­gel­lo. Vor­rei es­se­re al lo­ro po­sto. Chi ha dei pro­ble­mi rea­li non si an­no­ia mai!

Mol­ti “di­vor­zi gri­gi” met­to­no fi­ne a unio­ni plu­ri­de­cen­na­li con­su­ma­te dal­la rou­ti­ne. E l’in­ca­pa­ci­tà di tra­sfor­ma­re i bri­vi­di del­la pas­sio­ne in amo­re co­niu­ga­le è la prin­ci­pa­le cau­sa di se­pa­ra­zio­ne per le cop­pie più gio­va­ni. In al­tre pa­ro­le, an­che la noia può ri­ve­lar­si un “fla­gel­lo” ed è il mo­ti­vo per cui il te­ma ri­cor­re spes­so in que­sta pa­gi­na. Ma con­di­vi­do l’ana­li­si che fai di que­sto sta­to d’ani­mo. S of­fer­mia­mo­ci sul­le unio­ni che du­ra­no nel tem­po, co­mun­que le più nu­me­ro­se. Og­gi la cat­ti­va sor­te è rap­pre­sen­ta­ta so­prat­tut­to dai pro­ble­mi eco­no­mi­ci e toc­ca al­le mo­gli far­se­ne ca­ri­co. Debbono fa­re i con­ti an­che con gli im­pre­vi­sti: l’an­zia­no ge­ni­to­re che si am­ma­la, il fi­glio ado­le­scen­te in­do­ma­bi­le, il po­sto di la­vo­ro in pe­ri­co­lo. E ag­giun­gia­mo­ci pu­re un epi­so­dio di in­fe­del­tà: nel cor­so de­gli an­ni an­che que­sto può suc­ce­de­re. È im­pen­sa­bi­le che una mo­glie so­praf­fat­ta da quan­to so­pra rie­sca ad an­no­iar­si, co­me giu­sta­men­te di­ci. La noia è il lus­so di chi non co­no­sce stan­chez­za, ten­sio­ni, do­lo­re. Ma an­che, al con­tra­rio, il cro­ni­co di­sa­gio di quel­le che non stan­no be­ne con se stes­se. E igno­ra­no il sot­ti­le pia­ce­re di ini­zio gior­na­ta: met­te­re la sve­glia un’ora pri­ma che­ma­ri­to e fi­gli si al­zi­no per ber­si un caf­fè da so­le in cu­ci­na…

Lo stu­pro emo­ti­vo

Quin­di­ci an­ni fa, ven­ten­ne, mia mo­glie è sta­ta mo­le­sta­ta dal suo ca­po. Me l’ha con­fes­sa­to su­bi­to, spie­gan­do­mi per­ché non ha avu­to il co­rag­gio di de­nun­ciar­lo: era pa­ra­liz­za­ta dal­la ver­go­gna e co­me sog­gio­ga­ta dal suo si­ni­stro ca­ri­sma. Pur­trop­po que­sto con­ti­nua a ca­pi­ta­re al­le gio­va­nis­si­me. E il li­mi­te dei sei me­si per spor­ge­re de­nun­cia a me sem­bra un ul­te­rio­re e fol­le de­ter­ren­te! Il “si­ni­stro ca­ri­sma” di cui par­li­mi fa pen­sa­re al­le gio­va­nis­si­me che si so­no mo­bi­li­ta­te con­tro il pro­dut­to­re Weinstein sol­tan­to rag­giun­ta o su­pe­ra­ta la qua­ran­ti­na. Se a mo­le­sta­re è un “ca­po”, al­la vio­len­za fi­si­ca può se­gui­re lo stu­pro emo­ti­vo che ri­du­ce a uno sta­to di pa­ra­liz­zan­te sog­ge­zio­ne. Un li­mi­te per la de­nun­cia va po­sto, per po­ter tro­va­re pro­ve con­cre­te del rea­to, ma sei me­si so­no in­dub­bia­men­te po­chi: uno stu­pro al­la psicologia e al­la giu­sti­zia.

Amante a vi­ta

So fin da quan­do la no­stra bel­la sto­ria è ini­zia­ta, die­ci an­ni fa, che lui non si se­pa­re­rà mai dal­la fa­mi­glia. Amo an­che la sua leal­tà e il suo sen­so del do­ve­re. E de­te­sto che pa­ren­ti e ami­ci sia­no tan­to osti­li a una bel­la per­so­na co­me il mio uo­mo. Az­zur­ra, e-mail De­te­sta an­che me, ma die­ci an­ni di rap­por­to con una “bel­la per­so­na” che ti sta ru­ban­do gio­vi­nez­za e fu­tu­ro a me sem­bra pro­prio una brut­ta sto­ria.

«CHE BAR­BA, CHE NOIA!» Rai­mon­do Via­nel­lo e San­draMon­dai­ni (scom­par­si nel 2010) nel­la sit­co­mCa­sa Via­nel­lo.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.