LA FI­NE DI UN AMO­RE

Vanity Fair (Italy) - - Spy -

Char­li­ze The­ron, 40 an­ni, e Sean Penn, 55, si so­no la­scia­ti nel giu­gno del 2015 do­po una re­la­zio­ne du­ra­ta un an­no e mez­zo. Il van­tag­gio di es­se­re adul­te, ri­spet­to al­la fi­ne d’un amo­re, non è so­lo l’es­se­re con­sa­pe­vo­li che non si trat­ti del­la fi­ne del mon­do, ma an­che quel­lo d’es­se­re sta­te pri­ma o poi in tut­ti i ruo­li: la­scia­tri­ce e la­scia­ta, quel­la che sbuf­fa e quel­la col cuo­re spez­za­to, quel­la che non ne po­te­va più e quel­la che sa­reb­be an­da­ta avan­ti an­co­ra an­ni. La pri­ma vol­ta che ti sei tro­va­ta nel­la par­te del­la la­scia­ta, qual­cu­no (un’ami­ca, un ge­ni­to­re, un ba­ri­sta stu­fo di ve­der­ti sin­ghioz­za­re nel cap­puc­ci­no) ti ha sal­va­to la vi­ta. L’ha fat­to con la for­za dell’ov­vie­tà, ri­spon­den­do ai tuoi «Io vo­glio sa­pe­re per­ché» con una qual­che va­ria­zio­ne su «Non è ve­ro che vuoi sa­pe­re per­ché, vuoi che non t’ab­bia la­scia­to, ma in­ve­ce t’ha la­scia­to e quin­di ba­sta, del per­ché non te ne fai nien­te». Quel­la pri­ma vol­ta, quel­le di noi con una più spic­ca­ta cur­va d’ap­pren­di­men­to so­no di­ven­ta­te su­bi­to so­ste­ni­tri­ci del gho­sting (an­che se an­co­ra non si chia­ma­va co­sì), ca­pen­do­ne la sag­gez­za: se uno non vuo­le più ve­ni­re a let­to con te, può mai aver vo­glia di in­ter­mi­na­bi­li ana­li­si del­la scon­fit­ta? Cer­to che no, e in­fat­ti ap­pe­na ci sia­mo tro­va­te nel ruo­lo del­la la­scia­tri­ce ab­bia­mo ap­pli­ca­to il fin­ger­si mor­te con la se­re­ni­tà di chi sa che è me­glio per tut­ti. Lo stra­zio del­le spie­ga­zio­ni no, per ca­ri­tà: ta­glio net­to, smet­te­re di ri­spon­de­re al telefono, nean­che il più ot­tu­so de­gli aman­ti avrà bi­so­gno d’una di­da­sca­lia per con­si­de­rar­si la­scia­to. So­lo che poi, su­bi­to pri­ma di ar­ri­va­re in Ita­lia, Char­li­ze ha det­to al Wall Street Jour­nal che lei que­sto gho­sting nean­che ha ca­pi­to co­sa sia, che so­no tut­te scioc­chez­ze pet­te­go­le: lei e Sean si so­no la­scia­ti di co­mu­ne ac­cor­do. È ba­sta­ta una fra­se, e non ab­bia­mo so­lo per­so una splen­di­da por­ta­vo­ce del fin­ger­si mor­te; per col­pa di Char­li­ze The­ron e del­la sua in­com­pren­si­bi­le ur­gen­za di smen­ti­re il mi­glio­re dei pet­te­go­lez­zi, ri­schia­mo an­che che si mol­ti­pli­chi­no co­lo­ro che cre­do­no a una leg­gen­da in­si­dio­sis­si­ma e sen­za al­cun fon­da­men­to nel­la real­tà: che sia pos­si­bi­le la­sciar­si di co­mu­ne ac­cor­do.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.