UO­MO POR­NO

Vanity Fair (Italy) - - Il Postino -

La pri­ma ri­ga mi ha ful­mi­na­to. «So che for­se ci so­no co­se più gra­vi». Non so­no an­da­to ol­tre. Il pro­ble­ma del ca­lo del de­si­de­rio so­no pro­prio i ma­schi co­me Sch­mid, che pen­sa­no che il ca­lo del de­si­de­rio sia un pro­ble­ma me­no im­por­tan­te de­gli in­di­ci di Wall Street. Il ses­so è un tabù di cui si par­la so­lo per de­ri­der­lo. Al pun­to che, quan­do uno scrit­to­re de­ci­de di af­fron­tar­lo se­ria­men­te, se ne ver­go­gna e sen­te l’esi­gen­za di do­ver pre­met­te­re: so be­ne che ci so­no co­se più gra­vi. Io fran­ca­men­te non ne ve­do. Se an­che so­lo la me­tà del­la po­po­la­zio­ne adul­ta oc­ci­den­ta­le fa­ces­se ses­so in mo­do fe­li­ce e gio­co­so, mol­te ten­sio­ni e ne­vro­si sva­ni­reb­be­ro. In gi­ro ci sa­reb­be­ro me­no aci­di­tà, me­no rab­bia, me­no vol­ga­ri­tà. Le ra­gio­ni del ca­lo del de­si­de­rio so­no tan­te e non è il ca­so che mi met­ta a fa­re il so­cio­lo­go del­la mutua elen­can­do­te­le qui. Az­zar­do so­lo un mo­de­sto sug­ge­ri­men­to: par­la­glie­ne. Vin­ci l’im­ba­raz­zo e af­fron­ta il to­ro (si fa per di­re) per le cor­na, met­ten­do­lo da­van­ti al pro­ble­ma che ten­ta di ri­muo­ve­re. Che co­sa lo ha in­dot­to a pre­fe­ri­re sta­bil­men­te le im­ma­gi­ni dei si­ti por­no a una don­na in car­ne e os­sa? Ci so­no fan­ta­sie che a let­to non ha il co­rag­gio di spe­ri­men­ta­re e nem­me­no di rac­con­tar­ti per pau­ra di una tua rea­zio­ne cen­so­ria? O la ri­cer­ca spa­smo­di­ca del fi­glio ha tra­sfor­ma­to il vo­stro ses­so in una pra­ti­ca au­to­ma­ti­ca e stru­men­ta­le? Nel rap­por­to con una don­na i ma­schi pas­sa­no dal­la fa­se in cui han­no il ter­ro­re di met­ter­la in­cin­ta a quel­la in cui han­no il com­pi­to di riu­scir­ci e spes­so fi­ni­sco­no per ro­vi­nar­si en­tram­bi i mo­men­ti, al pun­to da pre­fe­ri­re la ri­las­san­te as­sen­za di re­spon­sa­bi­li­tà ga­ran­ti­ta da un rap­por­to vir­tua­le. Di que­sto e al­tro una cop­pia do­vreb­be par­la­re, an­che se non lo fa qua­si mai. Con i bei ri­sul­ta­ti che ve­dia­mo. Un ma­re di unio­ni «bian­che». Ma due part­ner che non fan­no più l’amo­re non so­no aman­ti. So­no so­lo pa­ren­ti. Per­ciò stac­ca­ti per die­ci mi­nu­ti da Can­dy Cru­sh e in­vi­ta an­che lui a spe­gne­re il ta­blet. Se pro­prio non ci rie­sci, man­da­gli una mail. AN­DRÉ DA LOBA

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.