LE RA­DI­CI CHE NON HO

Vanity Fair (Italy) - - #Vanitysocial -

o 32 an­ni, un uo­mo che mi ama, una bel­la car­rie­ra. Al­lo zen ci so­no ar­ri­va­ta do­po an­ni di ir­re­quie­tez­za. Pri­ma per via dei miei, che ogni tre an­ni cam­bia­va­no le coor­di­na­te geo­gra

che e dell’ani­ma (pa­pà di­ce­va: «La ca­sa è do­ve c’è la tua fa­mi­glia»), poi per vo­le­re mio: uni­ver­si­tà fuo­ri se­de, la­vo­ro fuo­ri Ita­lia, e fuo­ri Eu­ro­pa. In­co­rag­gia­ta da mio pa­dre, an­da­re mi sem­bra­va l’uni­co mo­do di vi­ve­re. Poi co­no­sco il mio dan­za­to e fac­cio l’im­pen­sa­bi­le: rien­tro in Ita­lia. Mi go­do per la pri­ma vol­ta la nor­ma­li­tà del­la rou­ti­ne e qual­co­sa scat­ta, sco­pro che mi fa sta­re be­ne. Mi fa an­che pen­sa­re. Al­le ra­di­ci che non ho, al­le trop­pe ca­se in cui so­no cre­sciu­ta. Chi so­no dav­ve­ro? Sca­vo den­tro e mi ren­do con­to di es­se­re ar­rab­bia­ta. Con mia ma­dre, per non es­ser­ci dav­ve­ro sta­ta per me: ho sco­per­to da so­la che co­sa fos­se­ro le me­strua­zio­ni, e quan­do ero al li­ceo per 5 an­ni è an­da­ta con il mio fra­tel­li­no a vi­ve­re al­tro­ve, sen­za vo­ler­si se­pa­ra­re, sen­za es­se­re co­stret­ta, giu­sto per an­da­re. E con mio

H

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.