La li­sta di At­ti­lio: man­ca il lat­te, man­chi tu

Vanity Fair (Italy) - - Carpe Diem -

La fa­mi­glia è, da sem­pre, il luo­go mi­glio­re do­ve na­scon­de­re i se­gre­ti. Ma per­ché non fac­cia­no trop­po ma­le van­no, pri­ma o poi, sve­la­ti. Do­di­ci ricordi e un se­gre­to (Bom­pia­ni, pagg. 272, € 17) è la sto­ria di que­sto di­sve­la­men­to, una sto­ria lie­ve che ha al cen­tro Au­ra, una ra­gaz­za cre­sciu­ta in un gro­vi­glio di co­se non det­te. Ad aiu­tar­la in que­sta ope­ra­zio­ne, tan­ti bi­gliet­ti­ni che suo non­no At­ti­lio ha la­scia­to, pri­ma di per­de­re de­fi­ni­ti­va­men­te la me­mo­ria e fa­re un pat­to con la ni­po­te: an­drò via, non ve­nir­mi a cer­ca­re, ri­cor­da­mi co­me so­no ora. L’au­tri­ce è En­ri­ca Te­sio, no­ta non so­lo per il pri­mo ro­man­zo La ve­ri­tà, vi spie­go, sull’amo­re (poi di­ven­ta­to un film con Am­bra An­gio­li­ni), ma per i suoi in­tel­li­gen­ti e di­ver­ten­ti po­st sul blog Tia­smo e Fa­ce­book (se non lo ave­te an­co­ra fat­to, se­gui­te­la) in cui rac­con­ta – sen­za la re­to­ri­ca che so­li­ta­men­te il te­ma si por­ta die­tro – le mil­le sfu­ma­tu­re del­la sua vi­ta di ma­dre di due bam­bi­ni. La for­za di Te­sio è la ca­pa­ci­tà di ve­de­re i det­ta­gli e met­ter­li in lu­ce con una scrit­tu­ra di­ver­ten­te e poe­ti­ca in­sie­me. Do­di­ci ricordi e un se­gre­to rie­sce a par­la­re con leg­ge­rez­za dei do­lo­ri che tut­ti co­no­scia­mo. Co­me la no­ta che At­ti­lio la­scia die­tro uno scon­tri­no: «La li­sta del­la spe­sa. Man­ca­no il lat­te e il pa­ne. Man­co io, man­chi tu. Man­ca­no lo zuc­che­ro e il sa­le. Man­ca la vo­glia di an­da­re. Ho scor­da­to do­ve si può com­pra­re».

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.