La caf­fet­tie­ra

laRegione - Ticino 7 - - Relax -

La que­stio­ne è de­li­ca­ta, ma a vo­ler se­gui­re un ap­proc­cio fi­lo­lo­gi­co non si può che ram­men­ta­re le pa­ro­le del gran­de Eduar­do nel­la ce­le­bre com­me­dia Que­sti fan­ta­smi: «Sul bec­co, Pro­fes­sò, io ci met­to que­sto “cop­pi­tel­lo” di car­ta… co­sì il fu­mo den­so del pri­mo caf­fè che è quel­lo più ca­ri­co, non si di­sper­de. Co­me pu­re Pro­fes­sò… pri­ma di co­la­re l’ac­qua, che bi­so­gna far­la bol­li­re per tre o quat­tro mi­nu­ti, per lo me­no… nel­la par­te in­ter­na del­la cap­su­la bu­che­rel­la­ta, sul fon­do, bi­so­gna co­spar­ger­vi un mez­zo cuc­chiai­no di pol­ve­re ap­pe­na ma­ci­na­ta… in mo­do che, nel mo­men­to del­la co­la­ta, l’ac­qua in pie­no ca­lo­re già si aro­ma­tiz­za per con­to suo». In que­sto ca­so di cuc­cu­mel­la si trat­ta­va, il no­me del­la caf­fet­tie­ra na­po­le­ta­na, quel­la che, per in­ten­der­ci, «si gi­ra­va» e che, a par­ti­re dal­la me­tà del ’900, fu spo­de­sta­ta dal­la Mo­ka: ge­nia­le in­ven­zio­ne in cin­que pez­zi di Al­fon­so Bia­let­ti, è un og­get­to che ha fat­to sto­ria. Ma la ri­cer­ca del caf­fè per­fet­to non si è mai fer­ma­ta e la tec­no­lo­gia e il mar­ke­ting han­no fat­to la lo­ro con buo­na pa­ce, e pro­fit­ti, del buon Cloo­ney che di Ne­spres­so è sto­ri­co te­sti­mo­nial. Ma cap­su­let­te co­lo­ra­te a par­te, re­sta vi­vo il ri­cor­do dei ri­sve­gli ani­ma­ti dal suo­no del ma­ci­ni­no che la mam­ma usa­va per tri­ta­re i chic­chi di ara­bi­ca e il pro­fu­mo in­ten­so e vi­ta­le che su­bi­to do­po si dif­fon­de­va per la ca­sa. Tem­pi lon­ta­ni, mai di­men­ti­ca­ti.

Newspapers in Italian

Newspapers from Switzerland

© PressReader. All rights reserved.